Stigma, 2019
Ferro, carta forno videoproiettore e video proiezione 85 sec. loop;, 212 x 216 x 90 cm.

2.000,00 

Codice opera: 1196-Bar-Giu-2019
CERTIFICATO DI AUTENTICITÀ INCLUSO
CHIEDI INFORMAZIONI
Stigma, 2019
Ferro, carta forno videoproiettore e video proiezione 85 sec. loop;, 212 x 216 x 90 cm.

2.000,00 

Codice opera: 1196-Bar-Giu-2019
CERTIFICATO DI AUTENTICITÀ INCLUSO
CHIEDI INFORMAZIONI
Descrizione

Giuliana Barbano, attraverso l’uso dell’immagine, del collage, dell’installazione e del video, mira ad esprimere una percezione della realtà così carica di stimoli da produrre la sensazione di un’umanità indifferente.

Stigma è una grande installazione dove una struttura-gabbia in ferro regge un rotolo di carta da forno su cui viene proiettato in loop un video di maiali in cattività. E’ una macchina distopica che produce immagini disturbanti con tale ripetitività da condurre ad una percezione passiva e ad un distacco emotivo necessario.

Prendendo spunto dalle gabbie da parto degli allevamenti, Stigma è metafora oggettuale del concetto di identità violata in maniera perpetua, di emarginazione, discriminazione e costrizione da parte di una parte della società che vuole affermare la propria superiorità e sedicente perfezione su altri individui ed esseri viventi, incapace di trovare un momento di empatia e comprensione.

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Giuliana Barbano – Stigma”

Giuliana Barbano – Stigma