Novembre, 2021
Olio su tela, 60 x 50 cm.
Edizione: Pezzo unico

980,00 

Codice opera: 1483-Bor-Giu-2021
CERTIFICATO DI AUTENTICITÀ INCLUSO
CHIEDI INFORMAZIONI
Novembre, 2021
Olio su tela, 60 x 50 cm.
Edizione: Pezzo unico

980,00 

Codice opera: 1483-Bor-Giu-2021
CERTIFICATO DI AUTENTICITÀ INCLUSO
CHIEDI INFORMAZIONI
Descrizione

Nella pittura di Giuseppe Borgia i riferimenti iconografici e le suggestioni vanno dai maestri olandesi del ‘600, fino alla pittura italiana del secolo scorso; nei suoi dipinti si ritrova lo spazio misterioso ed onirico di De Chirico, il tempo sospeso e prezioso di Morandi, ma anche una personalissima, tagliente ed intelligente ironia.

Novembre fa parte di una serie di tele di piccola e media dimensione che si rifanno al genere della natura morta. I soggetti e le ambientazioni, attingono volutamente al locale nel senso più stretto del termine: cibo, paesaggi ed oggetti sono per l’artista fisicamente vicini, sia geograficamente che spiritualmente, e i ricordi personali si intrecciano con storia e tradizione locale.

In questa tela, una serie di elementi riconducono senza tanti preamboli al capoluogo siciliano. Due sono cibi che appartengono alla tradizione povera palermitana. Il primo è un panino con panelle (frittelle di farina di ceci) e crocchè di patate, un grande classico del cibo di strada, da mangiare con qualche goccia di limone. Il secondo è una bambola di zucchero o pupaccena, statuetta cava fatta da un impasto cotto di acqua e zucchero, colato in uno stampo, indurtito e decorato, dolce da regalare ai bambini il 2 novembre, giorno della festa dei morti. Il terzo elemento è  il tarassaco, fiore che a Novembre fiorisce in città. Sullo sfondo il mare al tramonto.

In un momento storico in cui si va verso una forte omologazione culturale, ciò che ancora mantiene una propria autenticità diventa prezioso perché riconoscibile.

Informazioni aggiuntive
Peso 2 kg
Dimensioni 60 × 50 × 2 cm
MEDIUM

Recensioni (0)

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Giuseppe Borgia – Novembre”

Giuseppe Borgia – Novembre